Create an Account

«Io, il bambino ebreo rapito da Pio IX». Il memoriale inedito del protagonista del «caso Mortara»

12,75

Descrizione

Nel 1858, nella Bologna ancora papale, un bambino ebreo di sette anni, Edgardo Mortara,
fu sottratto alla famiglia e condotto in un collegio cattolico a Roma. Battezzato
di nascosto da una domestica, era divenuto cristiano e in quanto tale “doveva” ricevere
una educazione cristiana: solo a diciotto anni avrebbe d…

1 disponibili

Compara
Sku: L0000904

Descrizione

Nel 1858, nella Bologna ancora papale, un bambino ebreo di sette anni, Edgardo Mortara,
fu sottratto alla famiglia e condotto in un collegio cattolico a Roma. Battezzato
di nascosto da una domestica, era divenuto cristiano e in quanto tale “doveva” ricevere
una educazione cristiana: solo a diciotto anni avrebbe deciso se tornare alla religione
dei padri. Ne nacque un caso di stato: su istigazione di Cavour, le istituzioni
ebraiche protestarono vivamente, ma Pio IX fu irremovibile. Lo scrittore e giornalista
cattolico Vittorio Messori ricostruisce la storia di questo caso, analizzando anche
il diario inedito di Mortara, in cui difende Pio IX e denuncia le strumentalizzazioni
subite da parte liberale.

 

Autore:Vittorio
Messori

Editore: Mondadori

Collana: Le
scie

Data di Pubblicazione: 2005

ISBN: 8804545313

ISBN-13: 9788804545316

Pagine: 166

Reparto: Storia

Formato: rilegato

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “«Io, il bambino ebreo rapito da Pio IX». Il memoriale inedito del protagonista del «caso Mortara»”
Back to Top